giovedì 24 luglio 2008

se campbell avesse giocato di ruolo

Campbell è uno di quei nomi che saltano fuori in continuazione quando si parla di fantasy o di gdr. A volte ho l'impressione che i suoi testi siano diventati degli schemini da seguire per chi crea le trame di film, libri o avevnture per gdr.

Ma come sarebbe stato in realtà il viaggio dell'eroe se l'eroe avesse giocato di ruolo?

Sono andato a cercare gli elementi del viaggio su wikipedia e, a meno di una voce che non so bene come attribuire credo di essermi fatto una buona idea.

Il viaggio del giocatore di ruolo

Chapter I: Departure

1. The Call to Adventure
un tizio magrissimo e occhialuto propone all'eroe "Sto cercando un giocatore per il mio gruppo di d&d. Ti interessa?"

2. Refusal of the Call
L'eroe risponde : "no, grazie, ma queste cose da nerd proprio non mi interessano". Poi però scopre che il tizio ha una sorella con le tette grosse, quindi accetta.

3. Supernatural Aid
La casa in cui ci si trova a giocare è un po' fuori mano, ma Un altro membro del gruppo ha qualche anno in più e la patente

4. The Crossing of the First Threshold
La madre del master incontra l'eroe all'ingresso e bofonchia qualcosa circa il fatto che bisognerebbe studiare invece di perdere tempo con un gioco da tavolo

5. The Belly of the Whale
un altro giocatore è mooooooooooolto sovrappeso e si mangia tutti gli stuzzichini che il master ha messo a disposizione sul tavolo

Chapter II: Initiation

1. The Road of Trials
"Cioè, no, scusa, vuoi dire che per giocare dovrei studiarmi questo manualone spesso una spanna? Ma stai scherzando?

2. The Meeting with the Goddess
La sorella popputa del master entra nella stanza in cui si sta giocando

3. Woman as the Temptress
"Ciao, ragazzi. Io vado al mare. Qualcuno ah voglia di venire con me? Mi farebbe piacere qualcuno che mi aiuti a spalmare la crema solare, da sola ci sono posti in cui ho problemi a arrivare". Ma a quel punto l'eroe è così preso dal gioco che non la sente neppure

4. Atonement with the Father
ok, questa non so bene come convertirla. Idee?

5. Apotheosis
"Sono passato al secondo livello! IL MONDO E' MIO!!!!!!!!!"

6. The Ultimate Boon
"Mi presti il manuale, che me lo leggo bene a casa?"

Chapter III: Return

1. Refusal of the Return
L'eroe è così preso a discutere dell'avventura che non si decide a andarsene

2. The Magic Flight
"Occavolo, non mi ero accorto di che ora era! Mia madre mi ammazza se arrivo così tardi!"

3. Rescue from Without
Squilla il cellulare dell'eroe "Ciao, sono la mamma, volevo avvisarti che stasera faccio tardi al lavoro, arrangiati tu per cena"

4. The Crossing of the Return Threshold
l'eroe rientra in casa appena un attimo prima di sua madre

5. Master of the Two Worlds
Nei giorni successivi, l'eroe si studia i manuali per iniziare a masterizzare lui stesso. Indeciso su quale ambientazioen acquistare, ne prende due : grayhawk e forgotten realms

6. Freedom to Live
The hero bestows the boon to his fellow man.
*L'eroe si avvicina a un compagno di classe e gli dice "Sto cercando un giocatore per il mio gruppo di d&d. Ti interessa?"*

7 commenti:

Mat ha detto...

Al punto 4 del capitolo 2 non ho neppure io molte idee; forse il padre sta facendo bricolage e necessita di aiuto per mettere in bolla una mensola in noce che fisserà con quattro sparuti tasselli da 4.

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Uhmm... sì, potrebbe anche essere. di certo non riesco a pensare a niente di meglio.

Mirtillangela ha detto...

@sauron: posso fare una domanda che mostrerà e confuterà definitivamente la mia ignoranza???

posso??? posso??

Chi è Campbell???

Ok, mi vado a nascondere per ka vergogna...

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Era un tizio che si è preso la briga di studiare i miti di varie popolazioni e estrapolarne gli elementi comuni ricavandone uno schema di massima condiviso un po' da tutti.
Ovviamente l'idea è stata poi assorbita da un certo numero di autori del genere più vicino alla mitologia (indovina un po' di quale si tratta) che hanno preso l'abitudine di usarlo come una ricetta per costruire le proprie storie.

L'esempio più di successo di un autore che dichiara esplicitamente di essere influenzato dall'heroe's journey è George Lucas con guerre stellari ( P.es. Il primo risultato digitando "lucas campbell" su google è http://sw-anthropo.ibelgique.com/txt/camptexteanglais.html. Lo so che star wars è un remake di kurosawa, ma Lucas stesso ammette l'influenza di campbell.)

campbell su wikipedia :

http://en.wikipedia.org/wiki/Joseph_Campbell

Il monomyth :

http://en.wikipedia.org/wiki/Monomyth

Mirtillangela ha detto...

Hmm... molto molto interessante. ^_^

Fed ha detto...

Geniale!!! per il punto 4 del capitolo 2 nemmeno io ho idee degne di nota, ma prometto che ci penserò su

@Mirti: guarda, se ti può consolare io sapevo chi era solo perché mia sorella mene aveva parlato quando ha dato antropologia culturale all'università e me lo ha cominicato come è giusto fare con noi menti semplici: "Sai ho studiato lo stesso tizio che Lucas si è strudiato per scrivere Guerre Stellari??"

sauron era un bravo artigiano ha detto...

@ mirtillangela Sì, è molto interessante. Solo che c'è come spesso capita c'è chi ne abusa trasformandola in una specie di formuletta tuttofare.

@ fed lieto che ti sia piaciuto. conto anche sul tuo contributo, allora.